FANDOM


Auditing

Una sessione di auditing in Scientology

Gli Scientologist cercano di mantenere i loro metodi di assistenza pastorale strettamente confidenziali. Se questo atteggiamento li mette al riparo dalle critiche, rende i dottori dubbiosi sulla loro efficacia. "Supponete che Newton avesse fondato una Chiesa di fisici newtoniani e si fosse rifiutato di mostrare le sue formule a chiunque dubitasse dei suoi principi", ha dichiarato William Burroughs (in un'epoca precedente, quando Burroughs era evidentemente più incantato da Scientology, aveva scritto che "non c'è nulla di segreto su Scientology, nessun discorso iniziatico, dottrine segrete o conoscenza nascosta."). Tuttavia soltanto chi si sottopone a "corsi" o "gradi" avanzati di Scientology può scoprire quali siano veramente i suoi metodi. Se uno Scientologist divulga questi segreti dopo aver fatto un corso viene espulso. E anche se non è a conoscenza dei contenuti dei corsi, fintanto che non li fa, deve accettarli anticipatamente come corretti e non può metterli in dubbio. "È come se un fisico vi dicesse che non potete dare un'occhiata alle sue formule finché non convenite sulla loro correttezza, senza tuttavia averle viste", ha notato Burroughs. Alcune di queste session segrete vengono fatte con l'E-Meter, sebbene altre consistano in una serie di esercizi "per aumentare l'abilità del preclear" [...] L'auditor osserva l'ago del meter, e se questo reagisce nel modo che crede indichi la presenza di un engram, ripete la domanda finchè l'ago "galleggia". Questo dovrebbe significare che l'engram è stato "cancellato". Il preclear, che non vede il quadrante del meter, non è tenuto ad accettare le valutazioni dell'auditor per determinare se l'engram se ne è andato per davvero. Hubbard sosteneva che quando un paziente riesce a cancellare un engram sentirà un grande senso di sollievo che spiega, forse, perché quando uno Scientologist si liberò di un engram rise per due giorni di seguito senza fermarsi. Durante queste session l'auditor non chiede al preclear di fare libere associazioni mentali come si fa in psicoanalisi; piuttosto gli dice di tornare a un incidente specifico, ad esempio uno che causa dolore, rabbia, paura o umiliazione. Il preclear quindi cerca di determinare la data dell'episodio, e se non ce la fa prova una data approssimativa e continua a sciorinare date fino a che l'E-Meter non reagisce. Una volta che il preclear ha trovato la data deve andare all'inizio dell'incidente e raccontare l'intera storia, ripetendola molte volte finchè i dettagli non diventano più precisi. A quel punto la storia si suppone perda la sua carica emotiva, e non è più fonte di problemi o dolore. Al termine di ogni session al preclear può venir chiesto di concentrarsi su cinque o sei oggetti presenti nella stanza, presumibilmente allo scopo di riportarlo alla realtà, prima che gli sia permesso di andarsene. Alcune session terminano in modo più formale, con l'auditor che chiede al paziente: "Dimmi che non ti sto più audendo", e a questo punto il preclear ripete: "Non mi stai più audendo". Se il preclear, in session, avesse voglia di discutere un particolare problema, gli sarà permesso di farlo solo brevemente. Invece di lavorare su quello, gli può venir detto di cercare un problema di importanza paragonabile, di mentire sul problema che ha, o anche di inventarsi un problema peggiore. C'è una forte tendenza, durante queste session, a non parlare per niente dei "problemi del tempo presente".

Collegamenti esterniModifica

http://xenu.com-it.net/libri/scandalo/17.htm